ALPS e IYL

Lavoriamo sulle abilità degli Atleti dentro e fuori il campo di gioco

Il Progetto Inclusive Youth Leader nasce con la finalità di coinvolgere un numero sempre crescente di Atleti e Atleti Partner Special Olympics di età compresa tra i 14 ed i 25 anni come attori e promotori del cambiamento. Insieme, elaborando e proponendo percorsi e progetti virtuosi, con l’obiettivo di informare, formare e costruire azioni concrete a favore della piena inclusione delle persone con disabilità intellettive, tracciano un segnale concreto nella società a favore del rispetto delle differenze. Special Olympics si rivolge da sempre alle nuove generazioni come motore del cambiamento e vede nei giovani, nella loro capacità di aggregazione, di creare relazioni, di divertirsi e di utilizzare al meglio le nuove tecnologie, una miscela vincente per portare avanti la rivoluzione dell’inclusione.

Il Progetto IYL prevede anche il supporto della figura del mentore, uno studente o un amico della coppia atleta – atleta partner coetaneo o poco più grande, che, avendo una spiccata conoscenza della lingua inglese, può supportare la fase di elaborazione, creazione diffusione dei Progetti e delle idee dei YL all’esterno, cercando di implementare, con la sua visione ed esperienza, la portata del coinvolgimento.

La coppia YL può creare eventi sportivi, attività dimostrative, organizzare incontri e seminari sui temi dell’inclusione o attivare progetti di lunga durata all’interno del proprio mondo di riferimento (quale Team Special Olympics, Scuole, Università, Società Sportiva, Gruppo Scout o altre forme di associazionismo laico o religioso) con l’intento di divulgare e seminare poi nel territorio i risultati ottenuti.

Le comunità interessate da questo dal Progetto IYL  possono identificare al proprio interno trinomi (atleta con disabilità intellettiva., atleta partner senza disabilità intellettiva e mentore) da proporre all’Area Leadership di Special Olympics Italia per attivare percorsi di formazione on line ed in presenza.

Il Progetto IYL non si ferma a livello locale o nazionale, ma grazie alla partecipazione a Grant Internazionali finalizzati alla diffusione dei Progetti proposti ed alla rete di molteplici eventi che Special Olympics International organizza nel mondo, atleti , partners e mentori possono essere parte attiva in “Summit Internazionali” in cui Giovani Leaders di tutto il mondo si confrontano sulle buone pratiche, le idee e le esperienze fatte e da sperimentare, per divenire  facilitatori del cambiamento nei propri paesi.

 

Gli Atleti Leader diventano portavoce del Movimento

Il Progetto Athlete Leadership Program (ALPs) è un percorso formativo volto a potenziare la capacità di autodeterminazione degli Atleti ed accrescere le loro abilità linguistiche ed espressive. Gli Atleti sono incoraggiati a partecipare in modo propositivo ai meeting organizzativi, a farsi portavoce di Special Olympics negli incontri pubblici ed istituzionali, a portare la propria testimonianza e condividere proposte e riflessioni.

Comprendere le situazioni, saper intervenire in modo pertinente in una conversazione, esprimere con efficacia le proprie esigenze, gestire le emozioni ed il tempo ad esempio, sono traguardi importanti e utili per un buon inserimento sociale e lavorativo. Gli Atleti ricoprono nel Movimento ruoli di responsabilità all’interno dei Team Special Olympics locali e Regionali, nel Board e nei Comitati Organizzatori dei Giochi.

Compiuto il percorso di Leadeship gli Atleti possono diventare “aiuto-allenatori” ed allenatori, possono ricoprire ruoli di primaria importanza quali relatori o ospiti d’onore in occasione di conferenze pianificate su contenuti inerenti lo sport, l’inclusione scolastica, lavorativa ed il rispetto delle differenze, come baluardo di una società civile e democratica.

Gli Atleti Leaders diventano testimonial di rilievo del Movimento Special Olympics, incontrando e parlando in pubblico e con i giornalisti sui cambiamenti positivi che Special Olympics ha contribuito a produrre nella loro vita.

Gli Atleti Special Olympics, opportunamente formati e stimolati con percorsi in digitale ed in presenza sulle maggiori  aree tematiche del Programma Special Olympics Italia, sono in grado di diventare Leader nella società, mostrando a tutti il significato dei termini come accettazione e comprensione; sono loro a tracciare la nuova frontiera del significato della parola leadership; una leadership ispirata dai nostri Atleti, capace di stimolare tutti i livelli di abilità.

Troppo spesso, a causa di un approccio negativo o legato ad un basso livello di aspettative, le persone con disabilità intellettive non hanno modo di esprimere quello che realmente sono in grado di fare o cos’è nelle loro potenzialità.

 

La Leadership Unificata

Special Olympics ha l’obiettivo di superare questo limite. A tal fine promuove la Leadership Unificata  (Unified Leadership) dove rivestono un’ importanza centrale i volontari e i membri dello staff locale e nazionale, adeguatamente formati.
Partendo dall’attività sportiva la Leadership Unificata insegna ai leader di tutti i livelli di abilità ad apprendere dallo scambio con l’altro e contribuisce a creare un ambiente ed un contesto in cui le persone con disabilità intellettive possano attivarsi in diversi ruoli. Partendo dalla leadership in ambito sportivo all’interno del proprio Team di appartenenza, Special Olympics stimola gli atleti ad acquisire concetti e nozioni di collaborazione, cooperazione, rispetto delle regole e poi sviluppa concetti inerenti aree di interesse quali la salute, la scuola ed i programmi per i giovani.

Gli Atleti Leaders con rilevanti attitudini nell’interazione con gli altri, nella gestione dei propri interventi e con contenuti significativi da condividere, potranno essere candidati, secondo le opportunità previste da Special Olympics International, a frequentare corsi della Leadership Accademy, un modo unico per implementare le proprie abilità nell’arte di raccontarsi ed acquisire specifiche conoscenze tecniche per progettare, a seguito di un confronto con Atleti Leaders e mentori di tutto il mondo, un futuro migliore, facendosi promotori di un cambiamento di portata globale.

Proponiamo due percorsi di Formazione

Come lo scorso anno vorremmo arricchire le opportunità di crescita degli Atleti Special Olympics, proponendo loro dei percorsi di formazione basati sulla acquisizione di nuove abilità o il miglioramento di potenzialità già esistenti.

Il percorso IYL (Inclusive Youth Leader) si rivolge ad Atleti, Partner e Mentore tutti di età compresa tra i 14 ed i 25 anni. Il mentore dovrà avere buona conoscenza della lingua inglese. L’obiettivo del percorso articolato in diversi incontri da concordare con i trinomi, sarà quello di portare i Giovani Leader a progettare interventi pratici per migliorare il concetto di rispetto ed inclusione nella propria comunità (es. scuola, oratorio, gruppo sportivo, paese, città)

Il percorso ALP’s si rivolge ad Atleta e Partner (se sono anche Atleta e Partner nello sport meglio) ed ha lo scopo di aumentare la conoscenza sulla mission, obiettivi e strategie che Special Olympics Italia adotta per diffondere sul territorio la cultura di una concreta inclusione. Saranno programmati circa 10 incontri, distribuiti lungo il calendario dell’anno, da Ottobre a Luglio (il martedì, mercoledì o giovedi dalle 15.00 alle 16.00).

Home 9 ALPS e IYL

MENU
Cosa Facciamo

Sostieni insieme a noi una cultura del rispetto e dell’inclusione attraverso lo sport. Ci aiuterai a donare
grandi opportunità di riscatto.

SEIUN’AZIENDA?

Ogni venerdì riceverai le ultime buone notizie della settimana
Special Olympics

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici