Home 9 comunicati stampa 9 Partite di qualificazione allo Special Olympics European Unified Youth Basketball Tournament

Partite di qualificazione allo Special Olympics European Unified Youth Basketball Tournament

Ieri sera la Cerimonia di Apertura in un’atmosfera gioiosa, determinata e di pace fra Nazioni

Sansepolcro 15 Ottobre 2022 – “Il bello di questo Torneo è diventare amico anche di chi non conosci”, “Da questo Torneo non mi aspetto di vincere, mi aspetto di dare il meglio”, “È difficile, bisogna provarci tanto, è tutto nella tua mente e nel tuo corpo”, “Anche se non riesco a raggiungere il mio traguardo, devo sempre tentare, devo tirare fuori gli artigli e tutta la forza che ho dentro per arrivare al mio obiettivo” Così si esprimono gli Atleti italiani ora impegnati nella 1ª edizione dello  Special Olympics Unified Youth Basketball Tournament in  corso, fino a domani, domenica 16 ottobre, tra Sansepolcro, Anghiari e Città di Castello. Oggi è il  secondo giorno di partite e qualificazioni e, a giudicare dal sentimento che emerge, a guidare tutte le delegazioni in campo è il forte desiderio di superare e vincere sui propri limiti, prima ancora della squadra avversaria con cui si troveranno a giocare.

È una lotta contro le difficoltà e i pregiudizi di una vita, quella degli Atleti Special Olympics e lo sport unificato che vede scendere in campo al loro fianco Atleti Partner, persone senza disabilità intellettive, è il mezzo, lo strumento ideale non solo per tirare fuori il meglio di sé, ma anche per dimostrare al mondo intero che ogni pregiudizio può cadere con un semplice passaggio di pallone. Per questo l’atmosfera è niente affatto pietistica, ma assolutamente gioiosa e tenace, la stessa che si è respirata ieri sera in occasione della spettacolare Cerimonia di Apertura presso lo stadio comunale di Sansepolcro. L’evento ha ufficializzato l’inizio del Torneo con i momenti protocollari quali l’ingresso delle delegazioni ( 16 Nazioni Europee)  e delle bandiere, l’arrivo della torcia e l’accensione del tripode, il giuramento dell’Atleta Special Olympics e la proclamazione dell’inizio del Torneo da parte del Sindaco di Sansepolcro, Fabrizio Innocenti.

Un mosaico di colori e di abilità, in un momento storico tanto difficile, questo Torneo è una dimostrazione di fraternità e pace fra Nazioni, al di là di chi si aggiudicherà la vittoria finale tra i 240  giovani Atleti, di età compresa tra i 14 ed i 30 anni, provenienti da BelgioBulgariaCipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Lettonia, Lituania, Norvegia, Polonia, RomaniaSerbia e Spagna, oltre a 4 Team italiani, (provenienti da Abruzzo, Calabria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto).

È un torneo dedicato ai giovani e giovanissimi, proprio oggi  c’è spazio anche per i bambini con disabilità intellettive attraverso una dimostrazione dello Young Athletes Program (YAP) che vedrà coinvolti più di 80 alunni provenienti dalle scuole di Sansepolcro e Arezzo.

Tra i programmi non sportivi ancora oggi e domani, dalle 10 alle 17 a disposizione degli Atleti, ci sono screening gratuiti da parte di professionisti altamente qualificati, in particolare podologi (Fit Feet)  e nutrizionisti (Health Promotion) aderenti al Programma Salute Healthy Athletes di Special Olympics.

L’evento, finanziato dall’Unione Europea attraverso il Programma Erasmus Plus è reso possibile anche grazie al supporto di Toyota.

Scopri come sostenere tutti i progetti di Special Olympics Italia

Resta in contatto con noi, iscriviti alla newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti settimanali.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici