Home 9 News 9 Atleti Special Olympics tutt’altro che immobili con CBRE!

Atleti Special Olympics tutt’altro che immobili con CBRE!

Il resoconto

Prima di svolgere il lavoro assegnatomi da Giulia ho fatto la mia presentazione davanti a Giulia e ai suoi compagni di team ( Yoris, Martina, Ludovica) . mi sono presentato dicendo cosa faccio nella mia vita ed ho raccontato che frequento lo SFACTORY che è un servizio formazione all’ autonomia a 360° e ho parlato delle mie esperienze radiofoniche e anche del tirocinio che sto svolgendo presso il Comune di Sulbiate. Dopo la mia presentazione mi hanno detto che Martina era la mia cliente e lei è uscita cosi io con Giulia, Elisabetta e Yoris abbiamo preparato la presentazione di alcuni immobili per Martina e cosi ho imparato a fare il Broker. Martina rientra e gli presento la scelta degli immobili selezionati per lei e gli propongo un immobile in via Silvio Pellico 12 Milano al prezzo di 610€/mqa e lei lo acquista e mi dice che è un po’ caro ma siccome era pronto per il periodo che voleva lei lo ha acquistato.
Quando ho finito la simulazione di vendita di un immobile a Martina ci siamo rispostati al 6°piano di CBRE Milano e abbiamo incontrato la segretaria dell’amministratore delegato il dottor Mazzanti e dell’amministratore delegato dell’UE e Giulia e Elisabetta mi hanno aiutato a parlare con l’amministratore
delegato dell’UE olandese“.

Daniele Sandrini, Atleta Leader in CBRE

L’iniziativa: l’esperienza da dipendente

Proprio in questi giorni, in occasione della CBRE Disability Inclusion Week 2022, dal 19 al 23 Settembre, alcuni Atleti  Leader di Special Olympics dislocati tra Roma, Milano e Modena, hanno vissuto intense giornate di lavoro ed impegno, presso le sedi CBRE.

L’azienda leader nel settore immobiliare quest’anno ha accolto con entusiasmo la proposta di condividere la quotidianità di un comune giorno di lavoro con un Atleta su più filiali. CBRE non è nuova a simili esperienze, già dallo scorso anno, insieme a Special Olympics, ha fortemente voluto organizzare una tre giorni di tornei sportivi durante i quali si sono sfidate, su diverse discipline, squadre composte dai dipendenti e dai nostri Atleti in formazioni miste.

“Sono esperienze queste che ci arricchiscono personalmente e ci ricordano cosa significhi davvero inclusione e valorizzazione delle diversità”. Affermano dall’azienda.

Si tratta di grande e doppia opportunità  dunque, sia per i dipendenti di toccare con mano il valore dell’inclusione sul luogo di lavoro e sia per gli Atleti di conoscere un settore lavorativo affascinante e di farsi conoscere in tutte le proprie attitudini, competenze e potenzialità.

Grazie ai nostri fantastici Atleti Leader: Daniele Sandrini e Stefano Meda (Milano), Jacopo Rocchi e Giada Nunziante (Roma), Milen Pisanò e Greta Massera (Modena).

Un’opportunità che proponiamo alle nostre aziende partner

“Scendere in campo” con gli Atleti Special Olympics può significare tante cose, usiamo spesso questa terminologia attribuendole il senso più ampio possibile e a volte, come in questo caso, esula da quello sportivo. Così scendere in campo con gli Atleti e mettersi in gioco significa anche aprire le porte della propria azienda.  È successo il 3 dicembre scorso, giornata internazionale delle persone con disabilità,  per alcune aziende partner che lo hanno opportunamente trasformato in uno Special Day. Chissà che non si ripeta anche quest’anno?

Scopri come sostenere tutti i progetti di Special Olympics Italia

Resta in contatto con noi, iscriviti alla newsletter per ricevere i nostri aggiornamenti settimanali.

Condividi!

Condividi questo post con i tuoi amici