Special Olympics Logo
Atleti Volontari Coach Familiari Eventi
iscriviti alla newsletter facebook youtube twitter
Progetti e iniziative
Progetto Scuola 0



























Progetto scuola 2015-2016
Circolare MIUR

Il Progetto Scuola di Special Olympics prende avvio dal percorso formativo denominato SO GET INTO IT, indirizzato a tutti gli ordini e gradi di scuola, che persegue l’obiettivo generale di Special Olympics di promuovere ed educare alla conoscenza della diversa abilità per evidenziarla come risorsa per la società. Ogni scuola può sviluppare il programma secondo le proprie caratteristiche ed adeguare il percorso in base alle proprie esigenze, inserendolo nel Piano dell’Offerta Formativa. Il progetto parte dal corso di informazione, che conduce l’insegnante interessato a conoscere appieno le finalità e le modalità operative di Special Olympics. Il percorso didattico da portare avanti nella scuola prevede, oltre a momenti di preparazione teorica coerente con le altre materie curricolari, una fase dell’azione, in cui c’è l’impegno pratico. Le attività sono finalizzate all’integrazione delle persone con disabilità intellettiva nella società attraverso lo sport, con la formazione di un team scolastico: un gruppo di insegnanti, personale non docente, familiari e volontari organizzati intorno agli alunni con disabilità, oppure preparati a collaborare con i team del territorio. Il progetto di Special Olympics recepisce appieno le Linee Guida per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità – nota MIUR 4274 del 4/8/2009 – in particolare nella realizzazione della dimensione inclusiva della scuola, nella tipologia di lavoro in rete (Team Special Olympics), e nella collaborazione con le famiglie.




Obiettivi generali del Progetto Scuola
    • Fornire esperienze di integrazione pratica, con attività che portano alla stretta collaborazione tra alunni con e senza disabilità, attraverso lo sport inteso prima di tutto come esperienza formativa e di gioco.
    • Proporre nel mondo della scuola il modello di lavoro in TEAM Special Olympics, che è collaudato a livello sportivo e può essere ripetuto anche nell’ambito scolastico.
    • Promuovere tra gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado, futuri referenti nel lavoro e nella società dei ragazzi con disabilità intellettiva, una forte sensibilizzazione e formazione nel volontariato.
    • Sviluppare iniziative che favoriscano la multidisciplinarità in favore dell’integrazione della disabilità, utilizzando tutte le potenzialità offerte dalle abilità artistiche, culturali e sportive.
    • Affermare pienamente il valore dello sport quale strumento relazionale, riabilitativo, sociale e, dove possibile, accrescere il livello qualitativo dell’attività motoria.
    • Organizzare e realizzare eventi e manifestazioni culturali, artistiche e sportive, che mirino a valorizzare l’autonomia, l’autodeterminazione e l’autostima della persona con disabilità intellettiva, per il miglioramento della qualità della sua condizione di vita.
    • Stimolare, attraverso la sensibilizzazione degli studenti, un costruttivo dialogo tra le famiglie degli alunni con e senza disabilità: le famiglie comprendono la necessità di promuovere il valore aggiunto rappresentato dall’incontro e dalla comprensione della disabilità.
    • Aumentare i servizi finalizzati all’integrazione, utilizzando tutte le potenziali risorse umane e professionali presenti nella scuola, pur con ruoli e compiti diversi; infatti, se parte del corpo docente si rende disponibile a seguire la nostra proposta, il piano didattico ed educativo per gli studenti disabili potrà essere realizzato e programmato da tutto il collegio docenti, che supporterà il lavoro dell’insegnante di sostegno.
    • Porre le premesse per la predisposizione ed il miglioramento di strumenti legislativi, sia sul piano nazionale che locale, che consentano l’effettivo raggiungimento dell’integrazione della persona con disabilità intellettiva.



    Destinatari del progetto
    • Alunni con disabilità intellettiva, che possono sperimentare l’esperienza dello sport e del gioco adattate alle proprie capacità, interagendo con i compagni che, opportunamente preparati, vivranno la disabilità in un contesto di divertimento ed emozione sportiva. Oltre ad alunni con disabilità intellettive o disabilità multiple che abbiano una disabilità intellettiva certificata, possono comunque far parte del Progetto Scuola anche gli alunni con sola disabilità fisica o sensoriale, DSA, disturbi del comportamento, disagio sociale, patologie psichiatriche, possono comunque far parte del Progetto a scuola, ma non possono prendere parte alle competizioni di Special Olympics.
    • Alunni senza disabilità, che saranno condotti a vivere esperienze di integrazione con la disabilità in cui questa è la principale risorsa da cui scaturiscono momenti di gioco e di sport;
    • Docenti della scuola dell’obbligo, non solo di educazione fisica, che avranno l’occasione di far accrescere le capacità relazionali all’interno del gruppo classe, educando gli alunni alla socializzazione nel far loro vivere esperienze di reale integrazione;
    • Giovani ragazzi e ragazze, che prestano la propria opera nel volontariato e nell’associazionismo di base. LI>



    Corsi per Insegnanti
    I Corsi Informativi, rivolti agli insegnanti di scuola primaria e secondaria, sul tema delle attività tradizionali ed unificate con Atleti con disabilità intellettiva sono riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – possono essere organizzati in ogni provincia o regione in cui si intende attivare il Progetto Scuola: dura dalle 4 alle 9 ore, più la partecipazione all’evento e, dopo un’introduzione alla filosofia e mission del movimento, ne presenta i principali programmi sportivi e non-sportivi e gli eventi ad essi collegati.

    Tra le attività pratiche si promuove la partecipazione a:
    • - Progetto di Sport Unificato - Unified Sports®, straordinario mezzo per perseguire la mission del movimento. Riunisce nella medesima squadra Atleti con e senza disabilità intellettiva, con l’ambizione di far giocare insieme persone con simili abilità e con pari età e realizzare già nel gioco momenti di forte inclusione. Lo Sport Unificato fornisce il dinamismo interattivo necessario, nel linguaggio universalmente compreso dello sport, per osservare le reali capacità di persone con disabilità intellettiva. Esperienze di così forte arricchimento personale e di enorme valenza educativa migliorano la qualità della vita ed accrescono l’autostima e l’autonomia personale delle persone che vi prendono parte.
    • - Il Programma per Giovani Atleti (Young Athletes Program) , per le Scuole Materne e 1° ciclo delle Scuole Eementari
    • - Motor Activity Training Program, programma di attività motorie rivolto ad Atleti con disabilità intellettive gravi ,
    • European Basketball Week e la European Football Week, centrate sullo Sport Unificato (Atleti con e senza disabilità intellettiva giocano nella medesima squadra) e le esperienze di volontariato attivo.



    Per maggiori informazioni sul progetto scuola contattare: scuola@specialolympics.it